VTR Honda Italian Site Team

Ciao e ben arrivato su www.vtritalia.it,
sei approdato sul sito, nato dalla passione di alcuni VTRisti, che si prefigge
l'ambizioso obbiettivo di diventare il sito di riferimento per i VTR in Italia.
Il forum è a tua disposizione...vi aspettiamo numerosi e facciamo sentire che
"Il VTR c'è!"
Il tuo contributo è prezioso Aiutaci, entra nel Forum e presentati!

5 passi dolomitici in moto Print E-mail
Written by esaone   
Thursday, 23 June 2005 12:46

Un fantastico itinerario per motociclisti incalliti, immersi in un paesaggio fantastico veramente suggestivo,il giro di circa 200 Km vi fara' toccare altitudini elevate ed arriverete a sera che di tornanti e curve ne avrete la nausea!!Arriverete a toccare l'altitudine massima di 2240m circa al Passo Pordoi, ma si passera' anche per Passo Costalunga, Passo di Sella, Passo di Gardena e Passo Campolongo

La partenza e' prevista dalla citta' di Bolzano/Bozen e, prima di partire, vale la pena visitare il centro storico e, tempo permettendo, il Museo archeologico.
Imboccata la s.s. 12 verso Bressanone, si prosegue verso la Val d'Ega, e la suggestiva gola che la introduce e' tra gli "orridi" piu' romatici dell'Alto Adige. La direzione e' verso Ponte Nova, Nova Levante, dove, a 6 km si trova il Lago di Carezza, uno dei piu' belli delle Dolomiti, in cui si specchiano il Latemar e il Catinaccio. Il percorso prosegue verso il Passo Costalunga e, poco prima della sommita' bisogna svoltare a sx verso il Passo Nigra. Da qui si scende ai 1020 m di Tires/Tiers immerso nel verde dei pascoli e da dove si puo' godere di una vista unica sul Catinaccio. Al termine del paese svoltare a dx in direzione Fie' allo Sciliar/Vצls am Schlern.

Gia' si puo' scorgere l'altopiano dello Sciliar, un altro dei numerosi luoghi delle Dolomiti ricchi di fascino e suggestione, che si apre in tutta la sua maestosita' punteggiata da piccoli centri e splendide chiese di montagna. Accanto ad esso l'Alpe di Siusi, ricca di pascoli e boschi.
Dopo aver oltrepassato la localita' di Fie' allo Sciliar/Vצls am Schlern, con il Castel Pre'sule/Schloss Prצsels, imponente residenza con sette torri costruita sulla base di un vecchio maniero risalente al XII secolo, la prima sosta e' Siusi/Seis; qui e' possibile visitare due antiche chiese: la prima, quella di San Valentino e' arricchita da stupendi affreschi della fine del XIV secolo, mentre la seconda, la chiesa di San Vigilio risale al 1353.
Per raggiungere la seconda tappa importante dell'itinerario, Ortisei/St. Ulrich, si devono percorrere ben 27 chilometri di tratto in salita molto impegnativo attraverso la localita' di Castelrotto/Kastelruth, paese di lingua ladina e di antiche tradizioni. Le cappelle del Calvario, ricavate dai ruderi di un antico fortilizio, sono un mirabile esempio della storia di questo paese.
Lungo la strada che porta ad Ortisei si puo' scegliere di fare una piccola sosta aggiuntiva al Rifugio Bellavista/Schצnblick. Il Rifugio si trova a 1884 metri d'altezza e la vista di cui si gode una volta arrivati in cima, ricompensa dei 10 chilometri di curve e pendenze (900 m di dislivello) necessari per arrivarvi.

A Ortisei, localita' famosa per l'artigianato e per gli sport invernali, consigliamo di visitare il Museo della Val Gardena nella "Cכsa di Ladins" e la Chiesa di San Giacomo/Sankt Jacob a circa un chilometro e mezzo dall'abitato, dove e' possibile ammirare gli affreschi del '400. Subito dopo Ortisei troviamo Selva di Val Gardena/Wolkenstein, stazione turistica di fama internazionale. Ci dirigiamo poi verso Plan de Gralba e riprendiamo quota riportandoci a 1780 metri d'altezza, affrontando un tratto di 12 chilometri in salita. Salendo verso il Passo Sella, i tornanti e le curve diventano sempre piu' frequenti e regalano momenti di divertimento al motociclista esperto.
A questo punto si puo' decidere di proseguire verso il Passo Pordoi od optare per una deviazione. In entrambi i modi si giunge ad Arabba, ma la seconda via permette di ammirare la Marmolada attraverso la zona del Passo di Fedaia, a 2057 metri di altezza, e la localita' di Alleghe, accogliente centro turistico a ridosso del Civetta.
Arrivati ad Arabba, celebre per il suo comprensorio sciistico, si prosegue fino al Passo di Campolongo, e con un tratto di vera e propria arrampicata si giunge a Corvara, gioiello dell'Alta Badia reso famoso per gli sport invernali e la delicata gastronomia.
Da qui si sale nuovamente attraverso tornanti e curve decise verso il Passo di Gardena/Grצdnerjoch. Dopo una sosta panoramica con vista sul gruppo Sella si ritorna a Ortisei e ci si dirige a Ponte Gardena/Waidbruck, raggiungendo cosל Bolzano/Bozen, punto d'arrivo del nostro itinerario.



Ringrazio dolomiti.it per l'ottimo itinerario, vi consiglio di andare a visitarlo per altri bellissimi percorsi ed informazioni sulle dolomiti.
Qui di seguito alcune foto fatte durante il giro: